skip to Main Content

 

Ai piedi di San Leo, nella località di Sant’Igne, si trova un convento che ci ricorda il passaggio di san Francesco nella valle. È piccolo e si sviluppa attorno ad un chiostro di modeste dimensioni dominato dal campanile a vela della chiesa che lo affianca, dedicata alla Madonna.
Questa, consacrata nel 1244, è ad unica navata con un breve transetto, nella cui parte destra è conservato un segmento del tronco di un olmo sotto al quale si dice che Francesco abbia predicato, abbattuto nel 1662. L’architettura dell’insieme è rustica e semplice. Il luogo in cui sorge è appartato e bellissimo, fra quinte di verde e prati leggermente ondulati.

Un tempo vi si trovava una selva denominata “Santegna”, poi detta di “Sant’Igne” da un fuoco che avrebbe miracolosamente indicato a san Francesco la strada per giungere al Mons Feretrius (l’antica denominazione di San Leo). Sant’Igne significherebbe appunto santo fuoco.

Nel convento non ci sono più i frati.

Questo sito è stato registrato su wpml.org come sito in fase di sviluppo.